Questo Sito utilizza cookie. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. ACCEDI per visualizzare maggiori risorse.

DEIF 24,6 del 08 ottobre 2018, condizioni ostative all'esecuzione della manovra a spinta; tempi per l’effettuazione delle manovre, dove sia necessario eseguire uno o più cambi banco sul mezzo di trazione.

 

 

 

Roma, 3 Dicembre 2018

Prot 247/SG/OR.S.A. Ferrovie

Trenitalia S.p.A.

DRUO

Dr. Angelo Sferrazza

Direzione Tecnica

Ing. Marco Caposciutti

Oggetto: DEIF 24,6 del 08 ottobre 2018, condizioni ostative all'esecuzione della manovra a spinta; tempi per l’effettuazione delle manovre, dove sia necessario eseguire uno o più cambi banco sul mezzo di trazione.

La scrivente organizzazione sindacale intende portare alla Vostra attenzione alcune criticità contenute nella DEIF 24.6, in vigore dal 08 ottobre 2018.

Tale DEIF contiene disposizioni riguardanti l’effettuazione delle manovre spinte che inducono gli operatori, in ragione della formulazione utilizzata, ad assumere atteggiamenti o modalità operative discutibili o non conformi alle norme previste.

Nello specifico nel capitolo 4 si indica che : “…….omissis, Per i materiali dotati di cabina di guida da entrambi i lati, compresi i treni navetta, i gruppi di locomotive e mezzi leggeri, ETR/ATR, se non esistono condizioni ostative va sempre privilegiato l’utilizzo della cabina anteriore senso marcia”, senza tuttavia identificare, all'interno della DEIF, con precisione quali sono tali condizioni ostative, tuttavia nello stesso paragrafo si fa menzione, che nei documenti locali saranno identificati i casi in cui la manovra spinta non debba essere effettuata salvo inefficienza del banco : “…...omissis, Nei documenti locali (R.D.M., Documento Organizzativo allegato al RDS/M47) in relazione all'organizzazione di impianto ed alla caratteristica del materiale da manovrare, devono essere specificati i casi in cui l’agente di condotta dovrà utilizzare sempre la cabina anteriore fronte marcia, salvo i casi di inefficienza di quel banco di guida, ed i casi in cui l’agente di manovra non possa salire a bordo e accompagnare la manovra da terra.”

Si precisa che i documenti citati R.D.M.; RDS/M47, che determinando le condizioni impiantistiche ostative o meno all'effettuazione di una manovra a spinta, non sono nelle disponibilità/conoscenza del macchinista per ogni singolo impianto e quindi potrebbero indurre in errore i soggetti che espletano la manovra.

Con la presente si richiede una esplicita ed inequivocabile redazione delle operazioni in oggetto identificando con precisione le condizioni che sono ostative all'effettuazione delle manovre spinte.

Inoltre si fa presente che gli attuali tempi previsti nei turni del personale, sono spesso insufficienti ad effettuare le manovre spinte con guida dalla cabina opposta al senso di marcia della manovra, anche laddove queste siano effettuate con l’ausilio del manovratore, è quindi di tutta evidenza la

necessità di rivedere i tempi per l’effettuazione delle manovre laddove, come indicato nella DEIF, ci sia la necessità di eseguire uno o più cambi banco per effettuare le manovre con “l’utilizzo della cabina anteriore senso marcia”;

A tal proposito si richiede l’apertura di un confronto quale approfondimento dei delicati aspetti suesposti.

Distinti Saluti

Il Segretario Generale

Andrea Pelle

Tags: ,

Calendario Attività

Aprile 2019
D L M M G V S
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

Modulo Di Ricerca

Scegli un Sindacato libero
Iscriviti a ORSA Macchinisti Uniti
Pensioni
Commissionato Studio al CENSIS