Questo Sito utilizza cookie. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. ACCEDI per visualizzare maggiori risorse.

Le morti sul lavoro, nella maggioranza dei casi, sono morti evitabili, sarebbe sufficiente applicare le norme esistenti.

“Non è colpa del destino” è lo slogan di una petizione, alla quale hanno iniziato ad aderire lavoratori, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, personale delle aziende sanitarie e dell'ispettorato del lavoro, e persone comuni, che chiede al Presidente della Repubblica di sostenere l’idea di una Procura nazionale del lavoro.

Per “fare Prevenzione” abbiamo bisogno di sistemi di prevenzione aziendali, che, a partire dai datori di lavoro, sappiano applicare concretamente le Leggi esistenti. E per “fare Giustizia” abbiamo bisogno di uno Stato capace di fare buone indagini e buoni processi, in tempi ragionevoli.

Sosteniamo la petizione e, con essa, il Disegno di Legge 2052 presentato al Senato della Repubblica.

https://www.change.org/p/sergio-mattarella-non-%C3%A8-colpa-del-destino

 

 Roma, 26 Marzo 2019

INFORMATIVA INCONTRO DT

Dopo mesi di richieste, si è svolto nella giornata di ieri il primo incontro tra ORSA Ferrovie e la struttura di Direzione Tecnica di Trenitalia, per dare seguito, secondo quanto concordato nel verbale del 18/03, ad un confronto serio su normative e regolamenti attinenti alla sicurezza in esercizio.

DEIF 4.10. L’impresa ha avanzato la necessità di prevedere delle deroghe alla Deif 4.10 per i treni internazionali in ingresso in Italia e per i treni notte provenienti dalla Sicilia, dopo il traghettamento a Villa San Giovanni. L’ipotesi prospettata – per ORSA FERROVIE irricevibile - è quella di equiparare il guasto blocco ed il guasto lateralizzazione nella direzione di un peggioramento degli attuali standard di sicurezza, consentendo ai convogli in avaria di proseguire per centinaia di km senza alcuna mitigazione o, eventualmente, integrando la scorta con un terzo agente abilitato. Abbiamo ribadito la nostra indisponibilità ad avallare deroghe a principi cardine nella sicurezza di esercizio, esprimendo ferma contrarietà alla reintroduzione del terzo agente in funzione mitigativa per guasto blocco e guasto lateralizzazione. Riteniamo che tale misura, soprattutto nel caso di guasto lateralizzazione, abbia dimostrato tutti i suoi limiti a Maggio 2018, nell’incidente di Piacenza che è costato caro ad una viaggiatrice. Tornare al passato, a nostro parere, significa deresponsabilizzare l’Impresa dai suoi obblighi e rischiare di caricare di ulteriori responsabilità il personale.

Tags: ,

Nel pomeriggio di ieri si é tenuto l’incontro con Trenitalia incentrato su temi relativi al personale mobile. In apertura d’incontro, l’Azienda ci ha informato che verranno emanate due nuove disposizioni per tutta la Divisione Passeggeri in sostituzione delle NOTE DPLH emesse il 14/12/18 su procedura