Questo Sito utilizza cookie. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. ACCEDI per visualizzare maggiori risorse.

Incontro Manutenzione dei Rotabili di Trenitalia DPR e DT

Nel pomeriggio di ieri 10 gennaio 2018 si è tenuto il proseguo degli incontri relativi al monitoraggio del processo manutentivo della manutenzione dei rotabili di Trenitalia, pertanto dopo la DPLH ieri si è discusso della Direzione Passeggeri Regionale e Direzione Tecnica. L’illustrazione del piano societario rispetto all’organizzazione futura del ciclo manutentivo della DPR e DT ricalca in maniera identica quello della DPLH, vengono infatti mantenute internalizzatele attività di certificazione dei lavori, di ultrasuoni alle sale e tornitura delle ruote. Resta quindi inalterato il rapporto tra le attività internalizzate e quelle affidate alle Ditte esterne. Per quanto riguarda l’assetto del reticolo ovvero il numero degli Impianti, la Società ha anticipato prossime chiusure di Impianti considerati già oggi in via di esaurimento, concentrando i servizi in altri siti regionali già presenti. Anche per la DPR è stata confermata la volontà di procedere all’acquisto dei nuovi treni corredati da contratti full service per la manutenzione dei mezzi. In buona sostanza, secondo la Società tutto resta uguale, inalterate le consistenze di personale e i volumi di produzione, salvo la chiusura di pochi siti regionali già in via di svuotamento di personale.

 

Purtroppo così non sarà!

 

Sono anni che si parla di internalizzazione delle attività di manutenzione, come se la sola richiesta qualifichi chi la pronuncia. La verità è che in molti casi la manutenzione di Trenitalia non possiede più né i mezzi ma soprattutto le competenze tecniche per poter essere competitiva con le ditte esterne che negli anni si sono impossessate delle Officine. Questi motivi la delegazione di OR.S.A. Ferrovie al termine dell’incontro ha chiesto conto della durata dei contratti full service e soprattutto che ai lavoratori delle ditte esterne siano affiancati quelli di Trenitalia, così da acquisire le competenze necessarie da permettere l’internalizzazione delle attività manutenzione sui nuovi treni in arrivo e quelli (ETR 1000 e 600) di recente acquisizione.

 

In Allegato l'informativa Ufficiale