Questo Sito utilizza cookie. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. ACCEDI per visualizzare maggiori risorse.

Rispetto delle direttive comunitarie su apparati di supervisione del macchinista

Mancato rispetto delle direttive comunitarie e nazionali emanate da ERA e ANSF, in riferimento all’installazione di apparati di supervisione del macchinista, attrezzaggio ed efficienza delle apparecchiature di comunicazione Terra-Treno.

Su molti mezzi di trasporto ferroviario è in atto l’installazione di un sistema di controllo dell’attività del macchinista, impropriamente detto vigilante. Tale sistema è presente, o in fase di implementazione, su tutti i mezzi di trazione e vetture pilota delle varie imprese ferroviarie presenti sul territorio italiano. Come Organizzazione sindacale abbiamo più volte segnalato di ritenere tale appartato una scadente evoluzione del sistema Vacma e, a nostro avviso, non si può considerare che questo sistema di controllo dell’attività del macchinista abbia superato le criticità individuate dal gruppo di lavoro istituito con nota Ministeriale n°0036882 del 27 settembre 2006 e conseguente relazione depositata in data 10 ottobre 2006.

Accedi per leggere l'informativa ufficiale

© 2018 ORSA Macchinistiuniti. Tutti i diritti Riservati. I diritti di Link e Pubblicazioni esterni sono dei rispettivi editori.