Questo Sito utilizza cookie. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. ACCEDI per visualizzare maggiori risorse.

Informativa Rinnovo Contrattuale NTV

Si è svolta oggi, in osservanza alla sentenza del 6 maggio scorso (RG n. 11212/2018), la riunione con il management di Italo Spa sul rinnovo del contratto collettivo di lavoro. É stato per ORSA Ferrovie il primo ed interlocutorio incontro sul tema in quanto, in maniera discutibile, poi giudicata illegittima dal Tribunale di Roma, Italo aveva deciso di escludere ORSA Ferrovie e le relative RSA dal tavolo di trattativa. Dopo un necessario giro di presentazioni, la dirigenza ha ragguagliato la nostra delegazione sullo stato attuale del confronto, precisando che il percorso di negoziazione in corso da mesi con le altre sigle sindacali, non ha affrontato compiutamente i nodi cruciali del nuovo contratto, limitandosi a registrare solamente le reciproche posizioni su alcuni temi, con particolare riferimento a retribuzione ed orario di lavoro. Il management ha affermato che la volontà aziendale è quella di confrontarsi sui contenuti del futuro contratto e che, solo al termine di un confronto complessivo, sarà possibile definire il recinto in cui queste regole debbano essere circoscritte. La delegazione ORSA Ferrovie, alla luce delle recenti vicende che hanno costretto la nostra Organizzazione al ricorso alla magistratura per partecipare alle trattative di rinnovo, ha tenuto a precisare la necessità di ricostruire un rapporto di fiducia tra le parti che permetta la ripresa di un confronto costruttivo. Per consentire un allineamento dei lavori di rinnovo con il tavolo delle altre organizzazioni, Italo ci ha fornito i testi sin qui delineati con le altre OOSS. Orsa Ferrovie si riserva di operare un’attenta valutazione delle bozze contrattuali che, ad una prima lettura, sembrano volere definire l’istituzione di una contrattazione su due livelli negoziali, ma non è chiaro quali siano i perimetri di intervento dell’uno e dell’altro livello. Quello che è certo è che, nei testi attuali, nulla appare che rimandi ai cardini (retributivi e non solo) contenuti nel contratto delle Attività Ferroviarie. . Per le ragioni esposte e dopo un confronto sul metodo per proseguire il confronto, le parti si sono aggiornate alle ore 10.00 del 23/05/2018.

 

ROMA, 18/05/2018