Questo Sito utilizza cookie. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. ACCEDI per visualizzare maggiori risorse.

Esito negoziazione del contratto collettivo aziendale di Italo; sistema delle relazioni industriali contenuto nel CCA di Italo del 13 luglio 2018; comunicazione in merito alla consultazione referendaria.

La scrivente Organizzazione Sindacale firmataria del CCNL della Mobilità, del CCNL della Mobilità Area Attività Ferroviarie e aderente al Testo Unico della Rappresentanza del 10 gennaio 2014. Sindacato maggiormente rappresentativo in Italo S.p.A. e soggetto aziendale di questa Società, in riferimento ai temi in oggetto alla presente  ‐ al termine dell’incontro odierno  ‐ comunica quanto segue.

 Esito negoziazione del contratto collettivo aziendale di Italo

Valutati i testi definitivi, pattuiti da codesta Azienda con le Organizzazioni sindacali FILT CGIL ‐ FIT CISL – FAST Confsal, permangono intatte le richieste di modifiche avanzate dalla scrivente con la piattaforma rivendicativa e nelle successive

Il giorno 4 Luglio 2018 si è svolto un nuovo incontro della Commissione Soccorso in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 35 del CCNL Mobilità/Attività Ferroviarie. In apertura dei lavori, i rappresentanti aziendali presenti al tavolo hanno informato la Commissione che, per motivi tecnici, non era possibile fornire dettagli sulla simulazione

Negli anni abbiamo sempre messo in evidenza i carenti standard di sicurezza relativi alle attività di manovra nell'infrastruttura ferroviaria. Nello specifico, si è sempre denunciato la mancanza di una protezione delle manovre con il sistema di controllo marcia treno e la registrazione degli eventi. Codesta spettabile Agenzia interviene nei procedimenti di recupero delle competenze, previste dalla COCS 49, di Trenitalia, per il personale di macchina e/o di manovra a cui viene contestato l'indebito superamento di segnali bassi di manovra. Non è raro che gli agenti coinvolti dichiarino, con certezza, che il superamento del segnale basso sia avvenuto a via libera.

Il CCNL Attività Ferroviarie del 16.12.2016, all’allegato B, ha individuato i percorsi formativi atti alla formazione dei profili professionali assunti con Contratto di Apprendistato Professionalizzante; tra questi per il profilo di Macchinista. In via preliminare si osserva che il nuovo quadro formativo dell’attuale CCNL-AF prevede un percorso di 191 giornate di cui solo 70 come tirocinio pratico. Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale il 27 Marzo 2008 con l’Interpello n. 9/2008, per quanto attiene il settore ferroviario rileva che: “dall’esame del punto 9 del sopra indicato accordo nazionale del 1/03/2006, risulta che il macchinista in apprendistato, nei primi 20 mesi, può essere utilizzato soltanto in servizi “a doppio agente”, nei quali la condotta del treno è affidata a due macchinisti (con funzione di “primo agente” e “secondo agente”); decorso il suddetto periodo, qualora sia in possesso delle previste abilitazioni, l’apprendista potrà essere utilizzato anche nei servizi ad agente unico.”

Nella giornata odierna si è svolto l’incontro con Mercitalia Rail. In apertura di riunione l’Amministratore Delegato ha aggiornato i numeri delle assunzioni effettuate da Mercitalia Rail negli ultimi 7 mesi. A luglio verranno assunti 24 macchinisti che hanno completato la fase di stage e verrà avviato un altro stage a Verona di aspiranti macchinisti (25); a Livorno e Marcianise partirà uno stage per la